Qual è la durata media di vita di un sito web?

“Qual’è la durata media di un sito web? Ogni quanto bisognerebbe riprogettarlo?”
I clienti di agenzie di web marketing pongono, sempre più spesso, ai propri marketers queste domande. La risposta che ricevono, però, non è mai la stessa e talvolta non viene accompagnata da motivazioni chiare e dimostrabili. 

A tal proposito, in questo articolo, riportiamo uno studio molto interessante condotto da Orbit Media, un’importante agenzia americana. 

Qual è la durata media di vita di un sito web?

Orbit Media ha preso in considerazione i 200 migliori siti web di marketing, secondo Alexa, e li ha cercati nella Wayback Machine, archivio digitale del World Wide Web.
Successivamente, ha esaminato il cambiamento del design e della struttura di ogni sito per alcuni anni riuscendo così a determinare l'intervallo di tempo intercorso tra le principali riprogettazioni che sono state eseguite. 

Il risultato? Secondo questa analisi, la durata media di un sito web è di 2 anni e 7 mesi. Più precisamente 2,66 anni, ovvero 2 anni, 6 mesi e 27 giorni.

Rispetto a questi dati, bisogna tenere presente che i siti presi in considerazione sono di proprietà di aziende di dimensioni medio-grandi con prodotti e servizi incentrati sul marketing.

Sorpreso del risultato? Noi sì.
Personalmente mi aspettavo che un sito web avesse un periodo medio di vita compreso tra i tre e i quattro anni.

Se chiedi a qualsiasi esperto qual’è la durata di un sito web sono sicuro che la sua risposta sarà sempre: "dipende".

Ma da cosa dipende? 

Di seguito proviamo a dare un'occhiata ai motivi che portano un sito web ad avere una vita lunga e felice piuttosto che molto breve e poco efficace.

I 10 fattori che determinano la durata di vita di un sito web 

In questo elenco vi presentiamo quali sono i principali fattori che determinano la velocità di invecchiamento del tuo sito web. Alcuni di questi sono legati a cambiamenti nella tua attività mentre altri riguardano l’evoluzione del web e le aspettative dei visitatori.

Prova a porti queste domande rispondendo semplicemente con un sì o con un no. Se avrai risposto affermativamente alla maggior parte di queste, ti consiglio vivamente di rinnovare il tuo sito. 

  • La mission della mia attività si è evoluto?

  • La mia strategia per i contenuti è cambiata? (Ora sto facendo più pubblicazioni, eventi, promozioni, ecc.)

  • Il mio settore si è evoluto?

  • Lavoro in un settore legato al design o alla tecnologia? I tempi cambiano più velocemente per queste attività

  • Il mio sito è al passo con le tendenze del design? I siti moderni tendono ad essere semplificati in un layout a colonna singola. Presentano meno informazioni e immagini più grandi che spesso riempiono lo schermo. Si preferiscono più video e call to action (inviti all’azione).
  • Il mio sito ha un bell'aspetto su telefoni e tablet? Se la tua ultima riprogettazione risale a 6 anni fa, è possibile che la maggior parte dei tuoi visitatori utilizzi oggi dispositivi completamente diversi
  • È difficile aggiornare il mio sito? I sistemi di gestione dei contenuti sono migliorati. Dovremmo avere aspettative più elevate per aggiornamenti più facili. Al giorno d'oggi, dovrebbe essere veloce, gratuito e facile apportare la maggior parte delle modifiche al contenuto dei nostri siti web.

  • Il posizionamento e il traffico derivante dalla ricerca sono diminuiti? A meno che tu non stia promuovendo attivamente il tuo sito web, il posizionamento tende a regredire. Una riprogettazione della mappa del sito incentrata sulle nuove parole chiave può invertire questa tendenza.
  • Il mio tasso di conversione sta diminuendo? Le aspettative dei visitatori continuano ad aumentare, quindi, a meno che il tuo sito web non continui a migliorare, i tassi di conversione tenderanno a diminuire. Per risolvere questo problema è necessario effettuare un continuo aggiornamento del design del sito stesso.
  • I miei concorrenti hanno recentemente riprogettato il loro sito?
    Questa è una domanda molto importante... cosa stanno facendo i tuoi concorrenti?
    Diamo un'occhiata…

L’età è relativa... ai tuoi competitor

Prova a fare questo test: fingi di essere un cliente o potenziale cliente. Cerca il tuo prodotto o servizio. Cosa hai visto?

  • Chi c’è al primo posto nei motori di ricerca?
  • I loro siti sono più aggiornati del tuo?

I tuoi potenziali clienti cercano quei siti più volte al giorno e vedono i relativi posizionamenti. 

Mentre stai leggendo questo articolo, in questo preciso momento, qualcuno sta guardando quei risultati di ricerca e quei siti web.

Vecchio o nuovo è quindi assolutamente relativo al contesto in cui operi. 

Come prolungare la durata di vita del tuo sito web

Il modo digitale è in continuo cambiamento e aggiornamento. Per questo motivo l’ideale sarebbe ristrutturare il proprio sito web molto spesso. Questa soluzione tuttavia non è sempre pensabile.
Di seguito vi elenchiamo alcuni trucchi per invertire il processo di invecchiamento del vostro sito web, facendolo risultare più nuovo e aggiornato. 

  • "Iniezioni di contenuto". L'aggiunta di nuovi testi, immagini o video può far sembrare un sito nuovo e aggiornato. Questa è una mossa intelligente perché queste risorse possono essere utilizzate anche in una futura riprogettazione.
  • "The Haircut". Pulisci la navigazione andando a rimuovere i link meno cliccati. 
  • "Nip and Tuck".  Effettuare qualche piccola modifica di stile, nei caratteri e nelle palette colori, può fare la differenza riguardo l’aspetto del tuo sito web.  
  • "Face Lift". Una riprogettazione soft della homepage renderà il sito aggiornato e funzionale per i nuovi visitatori. Parliamo di piccole modifiche poichè se effettuiamo grandi cambiamenti alla home page questa potrebbe, poi, risultare non più in linea rispetto al resto del sito.
  • "Miglioramenti della pagina". Questa procedura è mirata verso alcuni aspetti problematici di una pagina. È particolarmente importante prestare attenzione e tenere in aggiornamento le pagine che hanno un traffico più elevato di utenti.

“Ho un sito web, ma per favore non guardarlo!”

Hai mai sentito qualcuno dire questa frase? Sono così imbarazzati del loro web design che non vogliono che nessuno lo veda. Vogliono nascondere la loro risorsa di marketing più importante. In questi casi, il sito web sta effettivamente danneggiando l'azienda e l’unica soluzione è quella di buttare il progetto iniziale e ripartire da zero. 

In conclusione

Quando tu, la tua attività o i tuoi visitatori cambiate, il tuo sito web, di conseguenza, invecchia.
Il sito si può definire vecchio non appena inizia a non essere più esattamente in linea e aggiornato rispetto alla tua attività. È quindi importante, se non fondamentale, continuare a revisionarlo.  

Quando pensi che sia arrivato il momento di riprogettare il tuo sito web fallo con una visione, il più possibile, lungimirante. 

Se vuoi approfondire l'argomento e scoprire come il tuo sito, se strutturato in modo corretto e funzionale, possa essere il fulcro di una ottima strategia di Inbound Marketing, leggi il mio libro!

Sei arrivato a questo articolo proprio come approfondimento dal libro? Ottimo! Rimani aggiornato sulle prossime novità… iscriviti alla nostra newsletter!

Altri articoli

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere gratuitamente
i nostri contenuti aggiornati sul web marketing!
ISCRIVITI